2° ASSIOMA: La parte logica afferma ciò che l’inconscio nega e viceversa

Ciao,

per capire quali sono non soltanto gli strumenti ma anche quali sono le regole base di questa comunicazione siamo partiti con il primo assioma, cioè le regole fondamentali della CANV, creati da Benemeglio nel corso del tempo, nel passaggio evolutivo che c’è stato da oltre 50 anni a questa parte negli studi delle discipline analogiche.

Proseguiamo oggi con il 2° assioma:

Read More

1° Assioma: Non cade foglia che l’inconscio non voglia”

Oggi iniziamo a capire quali sono non soltanto gli strumenti ma anche quali sono le regole base di questo modello di comunicazione analogico non verbale.

Partiamo da quelli che vengono definiti gli assiomi base, quindi le regole fondamentali della CANV, creati da Stefano Benemeglio nel corso del tempo, nel passaggio evolutivo che c’è stato da oltre 50 anni a questa parte negli studi delle discipline analogiche. Partiamo dal primo assioma:

“Non cade foglia che l’inconscio non voglia”

Read More

PERCHE’ COMUNICHIAMO CON GLI ALTRI

Qual è la finalità di una comunicazione? Perché comunichiamo con gli altri?

Fondamentalmente la comunicazione che sia logica, che sia analogica, che sia di qualunque altro tipo, è improntata su un obiettivo: quello di lanciare dei “feedback” per ottenere qualcosa in cambio.
La comunicazione (e questo ce lo insegnano non soltanto le Scienze della Comunicazione, ma anche tante altre scienze tra cui la Psicologia) è un elemento fondamentale per l’essere umano.
Watzlawick diceva:

Read More

LA COMUNICAZIONE ANALOGICA E’ UN MODELLO COMUNICATIVO

La Comunicazione Analogica Non Verbale è un modello comunicativo totalmente diverso rispetto a quello che è sempre stato improntato fino ad oggi in tutti i sistemi di comunicazione.
Perché?
Perché tutti i sistemi di comunicazione, nonostante fossero basati su concetti legati all’aspetto razionale, piuttosto che all’aspetto istintivo-emotivo come in tante altre materie come ad esempio la PNL e altri sistemi,

Read More

GENESI DELLA DISTONIA [P.1]

Nello sviluppo della vita di un essere umano quello che rimane come elemento principale è l’esigenza, l’esigenza che abbiamo definito anche nelle scorse video-lezioni all’interno del Master Online, come turbamento che noi chiamiamo distonia.

La distonia l’abbiamo definita anche come la scintilla propulsiva, attraverso il quale noi abbiamo la necessità di andare ad appagare le nostre esigenze.

Read More

MASTER ONLINE: ISCRIZIONI

Ciao ho ricevuto in questi giorni diverse domande sempre uguali, quando apre il Master Online in Comunicazione Analogica Strategica?.. e che cos’è, e come è strutturato il programma di studi?…
Prima di rispondere in maniera diretta, partirei con una premessa..

La realizzazione di questo programma mi ha riempito sia di gioia, in quanto sono stato estremamente contento di aiutare chi vuole raggiungere certi obiettivi, ma nello stesso tempo mi ha investito anche di una grande responsabilità.

Read More

Non Cade Foglia che l’Inconscio Non Voglia

Probabilmente conosci il famoso proverbio: “Non cade foglia che Dio non voglia”… Beh, nelle discipline analogiche troviamo una rivisitazione di questo famoso proverbio, che diventa uno degli assiomi base, quindi delle regole fondamentali e principali della CANV.

Gli assiomi sono stati creati da Stefano Benemeglio, il fondatore delle discipline analogiche. Sono stati individuati nel corso di oltre cinquant’anni di studio e ricerca.

Read More

Cos’è la CANV e a cosa serve?

La CANVComunicazione Analogica Non Verbale – è un modello comunicativo totalmente diverso rispetto a quello che è sempre stato improntato fino ad oggi in tutti i sistemi di comunicazione. Perché?Perché tutti i sistemi di comunicazione sono basati su concetti legati all’aspetto razionale, piuttosto che sull’aspetto istintivo-emotivo, mentre la

Read More

Portarsi un oggetto alla bocca: cosa Significa?

Cosa significa il gesto “portare alla bocca” che fa la modella?
RISPONDE L’ESPERTO:
In questa foto qui sotto possiamo notare 2 elementi importanti:
1) portare qualcosa alla bocca, che sia un oggetto oppure le dita stesse, ha sempre un valore di segnale di gradimento

Anche soltanto accarezzare le labbra con una matita, una penna o le dita piuttosto che

mordicchiare o succhiare uno di questi oggetti ci indica sempre che

Read More

Togliersi dei pelucchi di dosso: cosa significa?

Cosa significa il gesto del togliere dei pelucchi dalla maglia o da un indumento di una persona?
Perché (in fase di OSSERVAZIONE) durante un dialogo con la persona che ci sta di fronte, è FONDAMENTALE conoscere in “tempo reale” questa informazione?

Nel gruppo riservato Facebook si è animato un acceso confronto:

1) Tra chi sostiene che si tratta di un segnale di rifiuto,

2) e chi sostiene che si tratta di un segnale di gradimento

Read More

L’inconscio non parla la lingua della mente logica

Fondamentalmente ognuno di noi sa come comportarsi per risolvere un problema.
Se bastasse seguire le indicazioni razionali, non avremmo problemi e turbamenti. L’obeso è consapevole di doversi mettere a dieta e fare movimento.
L’innamorato infelice, ricattato affettivamente dal partner, intuisce che dovrà lasciarlo, prima o poi.

Entrambi i soggetti, inchiodati allo stile di vita imposto dal disagio, non riescono a porre in essere le azioni, e talvolta le omissioni, necessarie a risolvere o a contenere il problema.

Read More

Comunicazione Analogica: il Simbolo

Il nostro inconscio fonda le proprie regole sull’ANALOGIA e quindi “ragiona” per simboli! La comunicazione simbolica, quindi, è una comunicazione molto potente e fortemente emotiva.

Il simbolo, infatti, è sempre analogico e fondamentalmente è tale perché riferito ad un’idea, ad un immagine che già

si conosce, ad un ricordo o ad un richiamo del passato; questi elementi agiscono immediatamente perché hanno già vagliato i controlli della nostra istanza logica razionale; il simbolo rappresenta un ideale, un’immagine, uno status o anche un valore.

Read More