La chiave per relazioni più profonde: Comprendere l’importanza delle emozioni

In una relazione esistono varie gradazioni di consensi che puoi chiedere alle persone.

Se chiedi ad un estraneo di indicarti una via o una località non hai bisogno di essere simbolo.

Altra cosa è ottenere un consenso amoroso da una persona sconosciuta o diffidente; oppure la firma su un contratto prestigioso; oppure, ancora, ottenere un finanziamento per un progetto importante, decisioni che necessitano di approvazione da parte dell’Io bambino.

Cominciamo a focalizzare l’importanza dell’Io bambino stesso: decide ciò che desideriamo. Fa scaturire, a livello di riconoscimento razionale, i nostri bisogni.

Indipendentemente dal contesto, che sia nell’ambito amoroso, lavorativo o tra amici, l’obiettivo fondamentale è suscitare nelle persone il desiderio di stare al tuo fianco e di offrire il loro aiuto.

Immagina di essere in una coppia e di voler far sentire al tuo partner quanto sia importante per te.

Non si tratta solo di fare cose per lui o per lei, ma di far emergere quei sentimenti speciali che li fanno sentire davvero amati e desiderati.

Quando ciò accade, il tuo partner non si sente solo apprezzato razionalmente, ma si sente anche profondamente coinvolto emotivamente.

Si tratta di creare un legame che va al di là delle semplici azioni quotidiane, ma che si radica nei sentimenti e nei desideri più profondi di entrambi.

In sostanza, l’obiettivo è far sentire al tuo partner che tu sei importante per la loro parte emotiva, che i loro sentimenti e le loro emozioni sono al centro della tua relazione.

Il desiderio crea energia, sotto forma di pathos, di coinvolgimento, esercitando una pressione sull’istanza razionale dell’individuo, graduale o anche violenta – vedi colpo di fulmine – in modo da indurre l’altra persona a desiderarti sempre di più.

Se vogliamo utilizzare una metafora romantica, tutto parte dal cuore, il regno dell’Io bambino.

Non sta a significare che la nostra parte razionale non ha alcun valore. Anzi.

Tanto più un individuo ha successo nella comunicazione quanto più riesce a tradurre dal mondo esterno, e a concretizzare i propri desideri.

Solo la logica ci può indicare il percorso opportuno per ottenere un determinato risultato.

Possiamo affermare che lo scopo definitivo, ultimo, delle Discipline Analogiche sia quello di permettere all’individuo di vivere secondo quello che la razionalità gli chiede di fare, senza la maligna interferenza di un Io bambino sofferente.

Come salvaguardiamo la nostra sfera logica? Come possiamo, gradualmente, riuscire a compiere, nella vita, imprese degne di nota?

Solo attraverso un dialogo emotivo, sereno e costante, con la parte istintiva, che realizzi l’allineamento tra le componenti mentali, l’armonia.

Possiamo raggiungere degli obiettivi importanti solo attraverso il dialogo tra la sfera logica e la sfera emotiva, che è un grosso contenitore di energia creativa, ma, paradossalmente, è anche la nostra parte ferita, bisognosa di amore.

In conclusione:

“prendiamoci cura dell’Io bambino e
otterremo grandi cose”

Se vuoi parlare con un nostro consulente per capire come la COMUNICAZIONE ANALOGICA® possa aiutarti a diventare più CARISMATICO e di conseguenza a migliorare le tue relazioni, ti lascio il link qui sotto
https://comunicazioneanalogicastrategica.com/consulenza-gratuita/

Sei pronto a rivoluzionare la tua comunicazione con il partner e le persone chiave della tua vita? Iscriviti ora alla nostra lista d’attesa per essere il primo a ricevere aggiornamenti sul MASTER ONLINE
https://comunicazioneanalogicastrategica.com/lista-attesa/

“Se desideri un metodo più veloce, potente e testato con oltre 10.000 clienti che ha permesso a me e a migliaia di clienti di scendere facilmente a patti con il nostro inconscio e sbloccare le nostre emozioni compresse, in modo da raggiungere più rapidamente risultati straordinari, in libertà, in armonia e in pace con la nostra coscienza (Negoziato Analogico in soli 10 step).”
https://negoziatoanalogico.it/