QUAL è L’elemento che contraddistingue l’eccellenza umana dalla massa ?

Uno degli scopi principali delle Discipline Analogiche e dello studio della Comunicazione Analogica ® è quello di permettere all’individuo di acquisire carisma.
Siamo abituati a credere che requisito fondamentale del successo sia di dedicarsi ad un duro lavoro in ogni campo professionale.
Non possiamo negare che vi sia un fondo di verità.
Ciò nonostante, riteniamo che tale requisito, unito a considerevoli doti di autodeterminazione, non sia sempre sufficiente a fare la differenza sul mercato del lavoro, dell’amore e degli affari.
L’elemento che contraddistingue l’eccellenza umana dalla massa è costituito dal carisma.
La radice greca del termine significa dono, dote particolare. Si tratta di quell’elemento aggiuntivo che rende più affascinanti certe persone rispetto ad altre.
Solo una minoranza di individui possiede tale caratteristica.
A parità di impegno e di determinazione, ottengono molto di più.
La differenza sta in questa connotazione: chi ha successo è più carismatico e possiede, per ciò stesso, maggiore capacità di aggregazione.
Definiamo grado di carisma individuale la capacità di attirare a sé il maggior numero di persone significative.
È una forma di seduzione rivolta alla collettività.

Il concetto di carisma, nelle Discipline Analogiche, è strettamente legato a quello di simbolo. Il suo obiettivo è far comprendere alle persone che diventare simboli, punti di riferimento e interlocutori privilegiati è essenziale per ottenere successo nella comunicazione.Altrimenti, si otterranno solo risultati parziali.

Non sempre siamo per gli altri i simboli che vorremmo essere, il che può causare frustrazione e senso di inadeguatezza. La vera sfida è diventare importanti per coloro che amiamo, e ciò si ottiene solo conoscendo il mondo emotivo degli altri.

Le emozioni rappresentano il canale attraverso il quale le persone si sintonizzano sulla nostra frequenza comunicativa e ci scelgono come simboli. Per diventare carismatici, è necessario fare leva sull’emotività.

In parole più semplici, la mente razionale identifica come simboli, cioè come desideri chiari e evidenti, le persone o le situazioni che abbiamo interiorizzato emotivamente in passato.

Ad esempio, immagina una coppia che ha condiviso molte esperienze significative insieme, come viaggi, momenti speciali e sfide affrontate insieme.

Quando uno dei partner vede un oggetto o visita un luogo che ricorda quegli eventi condivisi, prova un senso di calore e affetto, perché quei ricordi sono diventati simboli del loro legame e delle loro esperienze condivise.