Perché Facciamo ciò che Facciamo in Amore


Se Riconosci questi modelli nella tua relazione d’amore, è ora di agire!

Hai mai immaginato l’inconscio come il terreno in cui crescono le piante? Se non fornisci acqua e nutrienti ai semi nel tuo giardino, le piante non cresceranno rigogliose.

Allo stesso modo, se l’inconscio non riceve il nutrimento emotivo necessario, la vitalità emotiva può appassire, portando a comportamenti disfunzionali e sensazioni negative nella relazione.

Nella routine della vita quotidiana, la mancanza di emozioni può causare una progressiva disconnessione emotiva nella coppia, con conseguenti problemi di comunicazione e insoddisfazione.

Ecco degli esempi di comportamenti disfunzionali in una relazione di coppia:

❌Evitare la comunicazione aperta e onesta con il partner riguardo alle proprie emozioni e bisogni, causando tensioni e fraintendimenti.

❌Ignorare o minimizzare i problemi nella relazione, sperando che si risolvano da soli, invece di affrontarli insieme.

❌Mostrare gelosia e possessività eccessive, mettendo a dura prova la fiducia reciproca nella relazione.

❌Avere atteggiamenti passivo-aggressivi, come fare commenti sarcastici o ignorare il partner, anziché affrontare i conflitti direttamente.

❌Trascurare le esigenze del partner e concentrarsi solo su sé stessi, portando a sentimenti di abbandono e insoddisfazione nell’altra persona.

❌Avere aspettative irrealistiche nei confronti del partner, ad esempio aspettarsi che cambi radicalmente o risolva tutti i problemi personali.

❌Mancanza di rispetto reciproco, con comportamenti insultanti o offensivi che danneggiano la fiducia e il rispetto nella relazione.

❌Rifiutare il coinvolgimento in attività o interessi del partner, creando distanza e disconnessione emotiva.

❌Non essere disposti a compromessi o a trovare soluzioni condivise ai problemi, rendendo difficile la risoluzione dei conflitti.

❌Usare il silenzio o il trattamento silenzioso come forma di punizione o manipolazione, anziché affrontare i problemi apertamente e costruttivamente.

Questi comportamenti disfunzionali possono danneggiare seriamente una relazione di coppia, portando a tensioni, litigi e infelicità.

È importante riconoscere e affrontare questi modelli comportamentali per migliorare la comunicazione e la connessione emotiva nella coppia.

Se riconosci questi modelli comportamentali nella tua relazione di coppia, è ora di agire per cambiare rotta e costruire una connessione emotiva più forte.

🚀 Vuoi scoprire i segreti per trasformare non solo la tua relazione di coppia in una felice, ma anche migliorare le interazioni sul lavoro e con gli altri?

Iscriviti ora alla lista d’attesa del Master Online in Comunicazione Analogica e scopri come la conoscenza del linguaggio dell’inconscio cambierà la tua vita (soprattutto in meglio) e per sempre!

https://comunicazioneanalogicastrategica.com/lista-attesa
(prossima apertura)

===

Vuoi saperne di più su come migliorare le relazioni con te stesso attraverso l’aiuto del tuo inconscio?
https://negoziatoanalogico.it/sal/

A differenza dei negoziati tradizionali, il Negoziato Analogico esclude le suggestioni verbali e usa invece la Comunicazione Analogica che permette di comunicare con la sfera emotiva di noi stessi in modo facile e veloce!


Dr. Armando Stano Dottore in Scienze e Tecniche Psicologiche, Esperto in “Comunicazione Relazionale” e del comportamento umano.

E’ Analogista e specializzato da oltre 16 anni in Comunicazione Analogica, Ipnosi Dinamica, Filosofia Analogica e FisioAnalogia.

Da più di 15 anni si occupa anche dell’assistenza educativa e culturale dei bambini diversamente abili all’interno delle strutture scolastiche

Insieme a Stefano Benemeglio (Psicologo, Ipnologo, ricercatore autore e creatore delle Discipline Analogiche) e Samuela Stano, ha fondato l’U.P.D.A., Università Popolare delle Discipline Analogiche Benemegliane che ha lo scopo di diffondere la conoscenza e la metodologia delle Discipline Analogiche, ovvero delle Leggi e delle regole dei linguaggi emotivi dell’uomo e ad oggi che conta, diverse sedi in Italia